Voci dalla Val Montone, documentario. Pagina per il film Voci dalla Val Montone di Massimo Alì Mohammad e della TAM, Valeria Ferioli, Commissione Regionale Tutela Ambiente Montano Emilia Romagna.
© 2017 sanbenedettoinalpe.com.               Questo sito è pubblicato da un cittadino come servizio per la collettività.
Dove Siamo: cliccate qui

Nel 2005 al Comune di
Portico e San Benedetto
è stata attribuita dal
Touring Club d' Italia
la Bandiera Arancione,
marchio di qualità
turistico - ambientale.



Cascata dell'Acquacheta


Sulla strada statale 67

Firenze
Forli
Bologna
Ancona
Milano
Roma
63 km
45 km
120 km
212 km
320 km
340 km
1 ora 45'
50'
1 ora 50'
2 ore 30'
3 ore 45'
4 ore 10'

Dove Siamo: clicca qui



Elezioni amministrative 2014


Primarie del Partito Democratico
domenica 2 marzo 2014






Il vincitore delle Elezioni Primarie, oggi, 2 marzo 2014,
è il Partito Democratico
perché è stato dimostrato che, oltre a essere un Partito, è anche Democratico.

A partire da ora, siamo tutti noi, come sempre, un partito che sostiene il nostro candidato sindaco,
e, dopo le elezioni di maggio, cerchiamo tutti di essere una comunità sostenuta da un sindaco.

Circa 750 persone, in tre paesi fortemente individuali, con differenti partiti politici,
ma Una Comunità, che guarda al nostro futuro.










Fate scorrere la pagina, o:

Cliccate qui per un commento del Sig. Mauro Neri a Dite la vostra, 2.3.2014.
Cliccate qui per leggere l'editoriale del 2/3.
Cliccate qui per leggere l'editoriale del 1/3.
Cliccate qui per leggere sul dibattito del 28/2 a San Benedetto in Alpe.
Cliccate qui per leggere come "Si può saltare la tappa a San Benedetto".
Cliccate qui per un commento del Sig. Mauro Neri a Dite la vostra, 27.2.2014.
Cliccate qui per leggere l'editoriale del 26/2.
Cliccate qui per un commento della Sig.ra Serena Bambi a Dite la vostra, 24.2.2014.
Cliccate qui per leggere sul dibattito del 23/2 a Portico di Romagna.
Cliccate qui per i commenti della Sig.ra Serena Bambi e del Sig. Luigi Toledo a Dite la vostra.
Cliccate qui per i numeri di San Benedetto in Alpe e Bocconi nelle Primarie di centro-sinistra.

Cliccate qui per Dite la vostra


Dite la vostra ~ elezioni amministrative 2014
 

Commento del Sig. Mauro Neri,
inviato dalla Sig Neri a "Dite la vostra",
domenica 2 marzo 2014, 13.00

Caro Dimitris,gli amici che tu definisci appartenenti al cerchio piu' grande della Comunita' definizione che non condivido molto........(ognuno ha un proprio ruolo e tutti sono importanti) ma non e' questo il punto,pensano che un confronto fra due canditati,quando la soluzione del problema e' solo uno,rischia di scadere ad un confronto personale......cosi' e' successo!!! Dopo queste primarie i paesi sono ancora piu' divisi. Ritengo anche un po' avventata la considerazione che il candidato che vince oggi sia gia' Sindaco...................abbi fede Dimitri Ciao

Risposta al Sig. Mauro Neri dal sito web sanbenedettoinalpe.com,
domenica 2 marzo 2014, 13.45

Caro Mauro, mi rende felice che siamo d'accordo sui principi generali e provo interesse per le sottili differenze nella nostra fraseologia. Io, per esempio , trovo la forza di una società nel modo in cui questa può rimanere unita e può utilizzare le differenze di opinione positivamente invece che come "divisione". Come ho scritto qui di seguito, le primarie sono comunque elezioni, che ci piaccia o no, e, se non avessimo primarie, il candidato sarebbe stato deciso da qualsiasi "circolo" e non da tutti i cittadini. Qualsiasi elezione, primaria, locale, regionale, nazionale o europea, riguarda le singole persone, in primo luogo, poi riguarda idee politiche e quindi riguarda partiti. Nelle elezioni, a ogni livello, la gente dovrebbe rimanere unita per il passo successivo. Il che significa che dopo che la gente ha scelto una persona all’interno del proprio partito, tutti gli elettori del partito dovrebbero unificarsi sotto la persona che è stata scelta e andare insieme verso l'elezione di partito , ecc. Credo che in una democrazia il dibattito e le scelte dovrebbero iniziare al livello più elementare, all'interno di un partito, a partire da singole persone, i candidati, e di passare successivamente a idee, poi al partito, ecc. Questa, nel mio modo d’intendere, è la forza di una società. Questa abilità è dove la forza della democrazia risiede. Pensi che ce l’abbiamo qui ? Io penso di sì!

Dimitris Sivyllis,
sanbenedettoinalpe.com

 

Cliccate qui per Dite la vostra




Editoriale,
domenica 2 marzo 2014

Le elezioni primarie odierne del Partito Democratico sono molto diverse da qualsiasi primaria. È la prima volta in molti anni che gli abitanti di Portico e San Benedetto voteranno non per un partito politico, ma per una persona. Per un essere umano che è il nostro prossimo. Oggi è la vera elezione a Sindaco della nostra comunità. In una località dove il Partito Democratico vince sempre tra il 65% al 75% dei voti, il partito vincitore delle elezioni maggio non sarà una sorpresa. Ma oggi, il 2 marzo, è diverso. Oggi possiamo votare per una persona invece di un partito. Possiamo abbracciare la diversità, o abbracciare la xenofobia. Possiamo abbracciare la creatività, o mostrare paura di essa. Possiamo aprire le braccia o chiuderle.

Forse, dare il nostro voto oggi, è la cosa più importante. Avremo l'opportunità di agire per la nostra vita e il nostro futuro, oggi, in un momento di crisi finanziaria globale, ognuno di noi singolarmente e tutti insieme come comunità.

Indipendentemente da chi dei due candidati ognuno di noi crede sia la persona migliore per guidare il nostro comune, l'unica cosa che tutti abbiamo il diritto e il dovere di fare oggi è quello di uscire da casa nostra e andare nel seggio elettorale. Votiamo tutti. Non vi sia nessuna astensione, non ci siano schede bianche o non valide espresse. Offriamoci di condurre al seggio elettorale coloro che altrimenti non lascerebbero la loro casa per conto proprio, la nostra famiglia ei nostri amici. Facciamo in modo che nessuno di noi rimanga a casa oggi.

E domani, dopo che un candidato avrà vinto, stiamo tutti noi alla spalle del sindaco, indipendentemente dal fatto che abbiamo votato per lei o lui, o no. E cerchiamo di supportarlo, aiutiamolo, guidiamo il nuovo sindaco in rappresentanza di tutti noi, ognuno di noi.

A partire da domani, facciamo che il nuovo sindaco sappia che saremo presenti, vigili ai lavori del Comune ogni giorno. Non solo il giorno delle elezioni. Che la nostra capacità di plasmare il nostro futuro non appoggi nel denaro da qualsiasi governo, ma nella volontà e nella creatività all'interno di ognuno di noi. Nella celebrazione della nostra diversità e tutto ciò che ognuno di noi porta per la nostra comunità.

Usciamo e votiamo.

sanbenedettoinalpe.com

 
Primarie del Partito Democratico:
 



domenica 2 marzo

San Benedetto in Alpe
Presso la sala polivalente
Ugo Maestri (ex scuola via Molino),
Dalle 14,00 alle 17,00

Bocconi
Presso la sede pro-loco
Ppiazza del Popolo,
Dalle 10,00 alle 12,00

Portico di Romagna
Presso la sede PD
(sala COOP via Roma 9)
Dalle 08,00 alle 20,00
 
N.B. Durante gli orari di apertura dei seggi così detti "Volanti" di Bocconi e San Benedetto, i residenti nelle frazioni interessate dovranno recarsi obbligatoriamente presso il seggio appositamente costituito, mentre nelle restanti ore potranno recarsi presso il seggio di Portico di Romagna.

 


POSSONO VOTARE:
 
Cittadini italiani iscritti e non iscritti al Pd, che al 2 marzo abbiano compiuto il sedicesimo anno di età, residenti nel Comune di Portico e San Benedetto.

Cittadini dell'Unione Europea residenti nel territorio comunale e cittadini di altri paesi con regolare permesso di soggiorno residenti nel Comune di Portico e San Benedetto.

Gli elettori dovranno dichiarare di riconoscersi nella proposta politica del partito, di sostenerlo alle elezioni, accettare di essere registrati nell'Albo pubblico delle elettrici e degli elettori al momento del voto, e versare una quota, come contributo per le spese organizzative, di almeno 2 euro Per votare occorre presentarsi al seggio con un documento d'identità valido. Per i minorenni (almeno 16 anni compiuti) e i cittadini stranieri (muniti di carta o regolare permesso di soggiorno) è indispensabile la carta dàidentità.

Il voto si esprime apponendo un unico segno in uno dei riquadri contenente il nome del candidato scelto.

 




Editoriale,
1 marzo 2014, 19.40

È interessante notare che alcuni dei nostri amici nel cerchio più grande della comunità esprimano malcontento nel dover scegliere tra due candidati dello stesso partito in un’elezione primaria. Loro preferirebbero che il partito decidesse su un candidato e presentasse quel candidato alle elezioni di maggio, come di consueto.

Ci sono quelli che credono che il candidato di un partito dovrebbe essere concordato tra le poche persone di un circolo di partito nel mese di gennaio, per mostrare la cosiddetta unità del partito. Quale unità? Feudo?

Cerchiamo di essere realistici. In un comune in cui quel partito è primo con il 65 % - 75 % dei voti in ogni elezione, queste primarie sono la vera elezione. Se il candidato dovesse essere deciso dal partito senza primarie, poi, sarebbe il circolo a decidere il sindaco, non gli elettori.

Invece che essere scontenti poiché il circolo di partito non può fare la selezione per nostro conto (e siamo perciò costretti a preoccuparci di prendere una decisione per noi stessi), dovremmo chiederci come è possibile, come è concepibile che un candidato si posse arrabbiare per il fatto di dover essere costretto a guadagnarsi effettivamente la fiducia degli elettori. Essere turbato dal fatto che il seggio del sindaco non sia venuto come regalo proprio per diritto. Ricorrere alla xenofobia non è la strategia per guadagnare la fiducia degli elettori. Forse la loro sottomissione, ma non la loro fiducia.

Quale trattamento gli elettori accettino dal loro partito dipende ovviamente dagli elettori, alla fine. Ma, per una volta , il Sindaco di Portico e San Benedetto sarà deciso dagli elettori, invece che da poche persone facenti parte di un circolo. Quanto male può fare?

Dimitris Sivyllis,
sanbenedettoinalpe.com




Dibattito a San Benedetto in Alpe, venerdì 28 febbraio 2014, 20.30
Primarie del Partito Democratico:



Il sig. Luigi Toledo:
"Le decisioni per un paese si prendono davanti ai cittadini prima di candidarsi, non dopo"


"Si opera facendo politiche di territorio nei luoghi che contano, nei luoghi che contano! Scegliendo, imponendo al territorio una particolarità del paese."
"Il futuro di questo paese da domenica è nelle vostre mani, esercitatelo in libertà votando chi vi pare ma, credetemi, siete di fronte a una grande opportunità, avete un grande strumento, il voto, non fate perder, portar via questa grande occasione."


Sanbenedettoinalpe.com: Dobbiamo lottare per tutto nella vita, ma il lottare, in sé, non è sufficiente se non è fatto con abilità diplomatica, pazienza, perseveranza e insistenza. Per questo abbiamo bisogno di persone che stiano dalla nostra parte con le loro parole, e che ci guardino negli occhi con determinazione e fiducia.
 

La sig.ra Serena Bambi:
"Quello che invece è interessante, secondo me, è la mia biografia professionale"


"Il mio programma. Mi è stato rimproverato di non avere un programma definito, di non avere proposto una squadra definita, di non avere chiesto a nessuno di partecipare alla squadra. Non sono stupida. L'ho fatto volutamente. Non ritengo che il tempo delle Primarie sia il tempo di un programma dettagliato. Il programma lo farà il candidato sindaco con le persone dopo che sarà stato designato candidato sindaco."

Sanbenedettoinalpe.com: Che ci piaccia o no, le primarie sono altresì elezioni. E perché noi si possa scegliere chi votare è necessario un quadro il più completo possibile di ciò che il candidato propone e con chi lavorerà. Altrimenti dobbiamo solo immaginare, senza sapere. Non può funzionare in questo modo.

Il secondo e ultimo dibattito per le primarie del Partito Democratico si è tenuto venerdì sera presso la sala del Centro Visita a San Benedetto in Alpe. La Sig.ra Bambi ha parlato per prima, per 28 minuti, seguita dal Sig. Toledo che ha parlato per 22 minuti.

La sala era piena, con grande manifestazione di partecipazione e domande poste dal pubblico. Sta ora alla gente della nostra comunità decidere cosa hanno rivelato i candidati attraverso le loro risposte riguardo il loro carattere.

Non sappiamo quali problemi potrà incontrare la nostra comunità o quale sarà la miglior linea d'azione in quel momento. E non lo sanno nemmeno i candidati. Ma noi, gli elettori, domenica possiamo dire la nostra su quale candidato ognuno di noi crede abbia il carattere e la condotta personale che possano permettergli di lavorare per noi nel modo migliore e più efficace dall'ufficio del sindaco.











"Si può saltare la tappa a San Benedetto"
Alta via dei parchi (2012)
cliccate qui per scaricare la brochure dal sito web ambiente.regione.emilia-romagna.it
Dove erano le persone che tengono d'occhio lo sviluppo turistico della comunità, quando questo è stato pubblicato?






Dite la vostra ~ elezioni amministrative 2014
 

Commento del Sig. Mauro Neri,
inviato dalla Sig Neri a "Dite la vostra",
giovedì 27 febbraio 2014, 23.10

Ciao,sono Neri Mauro,e' vero che le primarie sono uno strumento democratico per la scelta di un candidato quando due o piu' persone hanno ricette diverse per risolvere i problemi, o ancor meglio quando esistono piu' soluzioni per risolvere i problemi presenti Nel caso del Comune di Portico e San Benedetto i problemi sono tanti ma la soluzione e' una sola...........una coesione sociale per far fronte tutti insieme ai problemi che ci sono sempre stati e che oggi sono accentuati dalla drammatica situazione economico sociale dell'Italia Ritengo che due persone valide come la Sig.Bambi e il Sig.Toledo potessero ottenere maggiori risultati per il Comune di Portico e San Benedetto collaborando fra loro portando all'interno dell'unione dei Comuni una voce unitaria e forte proveniente dal nostro territorio.........invece mi sembra che si corra il rischio di dividere,frazionare,.......se San Benedetto in Alpe piange Portico non e' certo nella situazione di ridere.......i problemi sono uguali Lavorando molto a Premilcuore,nella diversita' delle idee,mi sembra che i cittadini siano molto piu' uniti per il bene del paese e questo e' un indubbio merito degli amministratori comunque Auguri a tutti i candidati

 

Cliccate qui per Dite la vostra

Incontro delle Associazioni a San Benedetto in Alpe, mercoledì 26 febbraio 2014, 20.30





Editoriale,
26 febbraio 2014, 20.00

Durante una crisi, c'è ben poco denaro per le amministrazioni locali, così, tutto quello che ci resta, come cittadini e come elettori, è la speranza che i governanti siano competenti nel facilitare la democrazia. Che facciano, per lo meno, l'unica cosa che non comporta denaro pubblico e non costa nulla: che agiscano come canali della volontà del popolo, organizzando e istituendo sistemi che diano ai cittadini una scelta e una voce ogni giorno dell'anno.

Dopo tutto, giusto e sbagliato è soggettivo, ma il prendere decisioni per conto dell’intera popolazione in contrapposizione a quello di un piccolo gruppo di un organo amministrativo, è fondamentale su base quotidiana. Altrimenti non saremmo "cittadini", ma solo "sostenitori".


Ci sono solo circa 750 abitanti e 650 elettori nella nostra comunità di tre paesi, di cui circa 530 sono interessati a votare. Molte, molte poche persone, al di fuori del "centro" dell’amministrazione locale ritengono che il loro voto farà qualche differenza nella loro vita quotidiana dopo che se ne sono andati a piedi dal seggio elettorale.

Coloro che governano hanno bisogno di stabilire metodi e sistemi che funzionino per la gente. Una porta aperta in un ufficio non è sufficiente. Il sistema deve invitare la gente e guidarla a un corretto utilizzo del sistema stesso. Dopodiché la gente deve avere riposte ed ottenere risultati. Non attendere anni che qualcuno li ascolti. In una democrazia, il primo cittadino non è colei o colui che decide, ma, colei o colui che facilita e agisce da guida delle scelte delle persone a livello locale, qualunque siano quelle scelte, ogni giorno.

La democrazia non si verifica in un giorno ogni cinque anni: Si verifica ogni giorno di ogni anno, e questo significa la partecipazione dei cittadini al livello più locale, in ogni piccola parte di una sola comunità.

Al di là e al di sopra dei partiti politici e appartenenze, al di là della familiarità e dello status quo, c'è il carattere dell'individuo. Una persona può essere autorevole, con opinioni forti, oppure può avere pareri esperti che condivide con la gente e prende decisioni come comunità, da ogni parte di quella comunità. Forse, il vero "potere" di qualsiasi governo, alla fine, è derivato dal popolo, su base giornaliera, e non dai risultati di una elezione ogni cinque anni. Cosa succede agli elettori durante quei cinque anni? Esistono sistemi in vigore a livello locale affinché ognuno abbia ruolo nel controllare il proprio destino, giorno dopo giorno?

È la votazione equivalente ad un biglietto della lotteria per l'elettore, o è una delega del popolo per l'autogoverno?

Forse, la decisione più importante che un elettore può prendere il giorno delle elezioni è: chi è il candidato che darà a quell’elettore, a ogni singolo elettore, un sistema organizzato e accessibile attraverso il quale avere voce dopo avere espresso il proprio voto, non importa in quale parte del comunità viva.

Dimitris Sivyllis,
sanbenedettoinalpe.com






Dite la vostra ~ elezioni amministrative 2014
 

Commento della Sig.ra Serena Bambi,
inviato dalla Sig.ra Bambi a "Dite la vostra",
lunedì 24 febbraio 2014, 19.33

Rispondo alla sottile ironia con cui il web master risponde ai miei interventi di ieri ed intanto ne approfitto per complimentarmi con Dimitri per il perfetto italiano. Non condivido assolutamente quanto riportato nel vostro commento: io sono da tempo contraria alle "politiche riservate alla montagna" quando sono intese come politiche conservative ed esclusive, ma che in fondo emarginano un territorio. Io penso che chi vive in montagna, sia a Portico, San Benedetto, Bocconi, Premilcuore o Santa Sofia, sia un cittadino come gli altri, che vive in un luogo diverso, distante dalla città, complesso e forse difficile. può chiedere attenzione ai suoi problemi, ma deve in primo luogo impegnarsi in prima persona per far si' che la propria scelta di vita (il vivere in montagna) si integri nella vita quotidiana di un mondo globalizzato. Per tornare alla proposta del candidato Toledo: due consiglieri di San Benedetto avrei una domanda da porre: li sceglie lui., o si devono presentare proponendosi con voglia di rappresentare il proprio paese. Che differenza c'è con la mia proposta? Se vincerò le primarie mi attendo che qualche cittadino di San Benedetto si proponga con voglia di lavorare e con passione per il proprio paese e già ho avuto alcuni contatti. nelle ultime amministrazioni i cittadini eletti, nativi di San Benedetto si sono allontanati presto e non mi pare una buona giustificazione l'idea che sarebbero stati in minoranza. Chi ha buone idee lotta con passione con tutti i mezzi per poterle realizzare. Continuo comunque a pensare che si deve cercare un buon consigliere ed un buon sindaco in base alla capacità e alle idee che ha e non in base alla provenienza territoriale, e soprattutto lo si deve valutare per la proposta politica che presenta e per i programmi che propone.Venerdì sarò a San Benedetto per il confronto e mi aspetto di incontrarvi.Cordialmente.

Risposta alla Sig.ra Serena Bambi dal sito web sanbenedettoinalpe.com,
lunedì 24 febbraio 2014, 21.15

Grazie Sig.ra Bambi per la sua risposta. Naturalmente, il mio commento sulla sua non conoscenza degli studi del "ragazzo" e del suo passato dovuta alla distanza in chilometri tra Portico e San Benedetto non era ironia ma certamente era uno scherzo. Come naturalmente so che lei, proprio lei, stia scherzando quando dice che io, webmaster del mio sito, parlo un perfetto Italiano. Io non lo faccio, ancora. È bello avere qualcosa di leggero per rompere la monotonia della politica pre-elettorale. È Google Translator che trasforma il mio inglese in un italiano comprensibile, e i miei amici che prendono l'italiano di Google e lo trasformano in perfetto italiano, e, per loro conto, la ringrazio. Spero che mi permetta di non coinvolgermi ulteriormente nel commentare il messaggio poiché i suoi contenuti riguardano lei e la gente di Portico e San Benedetto. Anche se io, Dimitris, ho scelto di appartenere al nostro comune, non vorrei utilizzare lo spazio di questo servizio pubblico come un veicolo per le mie opinioni personali. Mi limito a riportare ciò che viene detto, che possa essere d'interesse per la nostra comunità.

Dimitris Sivyllis
sanbenedettoinalpe.com


Cliccate qui per Dite la vostra

 


Cliccate qui per Dite la vostra


Dibattito a Portico di Romagna, domenica 23 febbraio 2014, 16.00
Primarie del Partito Democratico:


La sig.ra Serena Bambi:
"Il territorio non s'impegna, a questo punto"

"Anch'io so che Semeraro ha operato bene, mi sono stupita perché l'operatore del Centro Visita è un ragazzo laureato in scienze biologiche, di Teramo, che riusciva a malapena a sopravvivere col gettone che gli davano ... è inutile, Marisa, lamentarsi, ma il territorio non si impegna, a questo punto, a Premilcuore il Centro Visite lo gestisce la Pro Loco"

Una nota da sanbenedettoinalpe.com: il "ragazzo" non è laureato in scienze biologiche e non è di Teramo. Capiamo che, essendo Portico distante dodici chilometri da San Benedetto in Alpe, sia difficile sapere cosa accada quassù.

La Sig.ra Bambi dice che non siamo tre paesi ma una comunità. Noi pensiamo che si tratti di una comunità che si compone di tre paesi individuali. L'individualità e le esigenze di ciascuno dei componenti di un gruppo devono essere riconosciute, curate e debba essere offerta l'attenzione che ognuno singolarmente merita. La diversità è un dono. Non qualcosa da confondere in una sola unità. Crediamo invece che le persone si impegnino per il loro territorio e il loro futuro e abbiano voce in capitolo.


 

Il sig. Luigi Toledo:
"Importantissima la funzione del Consiglio"

"La mia lista, nel caso dovessi vincere, vedrebbe la gente rappresentata a livello territoriale, cioè non vorrei una lista con tutti di Portico o di San Benedetto, ma pretendo due persone minimo da San Benedetto, una minimo da Bocconi e gli altri di Portico. È importantissima la funzione del Consiglio, diventa centrale e fondamentale. Il Consiglio si deve spostare nei singoli paesi per ascoltare o per proporre."

È nostra impressione che, nel corso degli ultimi anni, San Benedetto in Alpe non sia semplicemente stato ascoltato e che ci abbiano informato di "proposte" che interessavano il nostro territorio solo dopo che erano state già decise e fatte. È stata nostra esperienza che i progetti erano o non seguiti nel tempo, o noi non siamo mai stati informati dei loro progressi. È importante che i nostri tre paesi siano "una comunità", ma se parti di una comunità non vengono ascoltate e adeguatamente rappresentate, allora diventa molto difficile sentirsi come "una comunità". In questo momento, prima delle primarie, solo uno dei due candidati almeno riconosce e parla di questo semplice fatto, e resta da vedere se e come si attuerà il suo piano, se vince.
Le citazioni sopra riportate sono alcune tra quelle che i candidati hanno detto nel corso del dibattito a proposito di San Benedetto in Alpe. Non sono rappresentative di tutto il dibattito che si è incentrato maggiormente sulle problematiche di Portico di Romagna, dove ha avuto luogo. Vi aspettiamo per il dibattito che si terrà a San Benedetto in Alpe il 28 febbraio, alle ore 20.30.






POSSONO VOTARE:

Cittadini italiani iscritti e non iscritti al Pd, che al 2 marzo abbiano compiuto il sedicesimo anno di età, residenti nel Comune di Portico e San Benedetto.

Cittadini dell'Unione Europea residenti nel territorio comunale e cittadini di altri paesi con regolare permesso di soggiorno residenti nel Comune di Portico e San Benedetto.

Gli elettori dovranno dichiarare di riconoscersi nella proposta politica del partito, di sostenerlo alle elezioni, accettare di essere registrati nell'Albo pubblico delle elettrici e degli elettori al momento del voto, e versare una quota, come contributo per le spese organizzative, di almeno 2 euro Per votare occorre presentarsi al seggio con un documento d'identità valido. Per i minorenni (almeno 16 anni compiuti) e i cittadini stranieri (muniti di carta o regolare permesso di soggiorno) è indispensabile la carta dàidentità.

Il voto si esprime apponendo un unico segno in uno dei riquadri contenente il nome del candidato scelto.

I LUOGHI DEDICATI ALLE OPERAZIONI DI VOTO SONO:

SAN BENEDETTO IN ALPE:
PRESSO LA SALA POLIVALENTE UGO MAESTRI (EX SCUOLE VIA MOLINO) - DALLE 14,00 ALLE 17,00;

BOCCONI:
PRESSO LA SEDE PRO-LOCO PIAZZA DEL POPOLO - DALLE 10,00 ALLE 12,00;

PORTICO DI ROMAGNA:
PRESSO LA SEDE PD (SALA COOP VIA ROMA 9) - DALLE 8,00 ALLE 20,00.

N.B. Durante gli orari di apertura dei seggi così detti "Volanti" di Bocconi e San Benedetto, i residenti nelle frazioni interessate dovranno recarsi obbligatoriamente presso il seggio appositamente costituito, mentre nelle restanti ore potranno recarsi presso il seggio di Portico di Romagna.

Partito Democratico
Portico e San Benedetto



Gli incontri e i dibattiti per le primarie del PD continuano:
  Incontro con Serena Bambi:
Incontro con Luigi Toledo:
Incontro con Serena Bambi:
Incontro con Serena Bambi:
Incontro con Luigi Toledo:
Dibattito tra Serena Bambi e Luigi Toledo:
Dibattito tra Serena Bambi e Luigi Toledo:

Primarie del Partito Democratico:

San Benedetto in Alpe, sabato 15 febbraio, 15.00
Bocconi, giovedì 20 febbraio, 17.30

Bocconi, venerdì 21 febbraio, 19.00
Portico di Romagna, venerdì 21 febbraio, 21.00

San Benedetto in Alpe, sabato 22 febbraio, 15.00
Portico di Romagna, domenica 23 febbraio, 16.00
San Benedetto in Alpe, venerdì 28 febbraio, 20.30

domenica 2 marzo
Portico di Romagna 08.00 - 20.00
Bocconi 10.00 - 12.00
San Benedetto in Alpe 14.00 - 17.00

Indicheremo chiaramente che durante gli orari di apertura dei seggi così detti "volanti" di Bocconi e di S.Benedetto nelle frazioni interessate, i residenti dovranno recarsi obbligatoriamente presso il seggio appositamente costituito, mentre, nelle restanti ore potranno recarsi presso il Seggio di Portico di Romagna, Sala Coop.

Se ci sono errori o omissioni negli orari dei candidati, le riunioni o delle primarie,
si prega di inviare una mail al webmaster@sanbenedettoinalpe.com
per apportare immediate correzioni o aggiunte.

(Grazie Diana e Luigi per per le correzioni)


Domanda da quiz per i candidati a sindaco:

"Quali sono, secondo voi, i maggiori problemi che affliggono gli abitanti di
San Benedetto in Alpe, e,
quali sono i vostri progetti in merito a tali problemi, se verrete eletti?"



Importa a qualcuno porre questa domanda?
Importa a qualcuno dare una risposta a questa domanda?

Cliccate qui per Dite la vostra...


Dite la vostra ~ elezioni amministrative 2014
 

Commento della Sig.ra Sonia,
inviato dalla Sig.ra Sonia a "Dite la vostra",
sabato 22 febbraio 2014, 11.40

Buongiorno a tutti!
Non ho potuto fare a meno di seguire le Vs vicende legate ad internet veloce. Premetto che non abito a San Benedetto ma vengo sempre su nel periodo estivo. Io lavoro a Pieve Salutare, altro paese che ha avuto parecchi problemi con l'Adsl, e ho saputo che gli abitanti di Pieve, in accordo con la proloco ed il parroco del paese, si sono rivolti ad un'azienda di Forlì che tramite tecnologia satellitare, fa arrivare la rete anche in zone remote. Il sito dell'azienda [indirizzo rimosso dal messaggio da sanbenedettoinalpe.com. Siamo spiacenti ma non possiamo pubblicare pubblicità a imprese private]. Spero che possa esservi di aiuto per poter arrivare ad una soluzione del problema, ovviamente anche a me non dispiacerebbe avere la possibilità di usufruire di internet veloce quando sono su!
In bocca a lupo!


Commento della Sig.ra Eva Bovolenta,
inviato dalla Sig.ra Bovolenta a "Dite la vostra",
giovedi 20 febbraio 2014, 23.16

Non sono residente nel comune di Portico e San Benedetto, ma lo abito un poco da quasi 40 anni. Mi è sempre dispiaciuto vedere che pochi abitanti di Portico frequentano San Benedetto e viceversa. In occasione delle elezioni comunali la scarsa simpatia reciproca diventa più evidente e pericolosa. Un piccolo comune montano già fatica molto a difendere i servizi offerti ai cittadini, di più in tempi difficili come questi. Se l'amministrazione riceve dai cittadini un mandato chiaro sulle priorità e si impegna a mantenere un dialogo sempre aperto su come affrontare gli ostacoli che sorgono lungo il percorso, magari può anche riuscire a migliorarli. Quindi è importante che tutti gli abitanti del Comune ascoltino e propongano, riflettano sulle diverse visioni e i diversi programmi (se ci sono due candidati ci dovrebbero essere due diverse visioni e programmi...). Ragionare insieme su come si pensa di poter organizzare le cose, senza preoccuparsi di dove abitano i candidati o consiglieri, è l'unica cosa da fare adesso. Parlando senza pregiudizi e con spirito costruttivo si arriva sempre a soluzioni migliori che appartengono di più a tutti, Portichesi, Bocconesi o Sanbenedettini...

 
 

Commento della Sig.ra Serena Bambi,
inviato dalla Sig.ra Bambi a "Dite la vostra",
giovedi 20 febbraio 2014, 07.31

Come naturalmente saprete, sono candidata alle primarie per l'elezione a Sindaco del Partito Democratico del Comune di Portico e San Benedetto. Ho trovato molto interessanti le domande7provocazioni della prima pagina del vostro sito interessante.
Vorrei segnalarvi che sabato 15 febbraio 2014 alle ore 16 presso la sala Ugo Maestri (ex scuole lementari) a san Benedetto ho tenuto un primo incontro, che ho volutamente chiamato di ascolto, con i cittadini di San Benedetto.
Non mi risulta che nessuno degli autori ascrivibili presumibilmente a questo sito siano intervenuti all'incontro, forse per contrarietà  alla mia persona o alla mia candidatura.
Ritengo che la democrazia partecipata debba essere alal base di ogni decisione assunta in sede di programmazione da un aspirante sindaco, ed anche successivamente da un Sindaco eletto.
Gli istituti di partecipazione popolare sono inseriti naturalmente nello Statuto del Comune di Portico e San Benedetto.
Sono naturalmente perfettibili e qualora non fossero sufficientemente garantisti della democrazia, potrebbero essere sempre cambiati.
Avrei comunque alcune osservazioni da fare ai cittadini di San Benedetto rappresentati da questo sito: per essere ascoltati bisogna essere partecipi e metterci la faccia.
Io lo sto facendo con lo stesso impegno che molti di voi penso mi possano riconoscere, dopo tanti anni di lavoro per i cittadini, nel volontariato e nella politica.
Qualche volta ci si deve mettere in gioco e dare voce alle proprie idee, nel rispetto delle dinamiche democratiche e dei ruoli.
I rimproveri che sento fare all'amministrazione o ai probabili candidati devono essere praticati in prima person: le azioni possono portare a qualche errore, le critiche nascoste dietro ad un sito, più o meno anonimo, sono intelligenti ma sterili esercizi intellettuali.
VOI CONOSCETE LA MIA FACCIA, IO NO.
IL MIO INDIRIZZO È VIALE DEI CADUTI PORTICO DI ROMAGNA- E SONO DISPONIBILE AD OGNI TIPO DI INCONTRO.
VI SEGNALO CHE venerdì 28 febbraio a San Benedetto in Alpe si svolgerà  UN INCONTRO FRA IDUE CANDIDATI sINDACO E IN QUELLA SEDE POTRANNO ESSERE RIVOLTE TUTTE LE DOMANDE PRESENTI NELLA PRIMA PAGINA DI QUESTO SITO.
SERENA BAMBI.

 

Commento del Sig. Luigi Toledo,
inviato dal Sig. Toledo a "Dite la vostra",
giovedi 20 febbraio 2014, 10.36

Trovo questo bel sito, di per se un ottimo esempio di democrazia e un modo elegante e intelligente di mettersi in contatto con la comunità di San Benedetto.

Certo è importante che i politici sappiano ascoltare, ma poi devono fare la più intelligente sintesi e proporre risposte e soluzioni all'altezza delle attese. Risponderò quindi di buon grado alle interessanti questione sollevate da questa pagina, come a tutte le domande che mi vorrete fare, oltre ad esporre le mie idee sullo sviluppo del territorio.

Una risposta già la posso anticipare, ed è un impegno che mi prendo, è mia intenzione sostenere almeno il 40% dei consigli comunali a San Benedetto. Vi ricordo che con l'attuale legge, che prevede la scomparsa della giunta, i consigli diventeranno centrali. Un'altra cosa, se dovessi vincere le primarie del centro sinistra, sarà mio assoluto impegno avere almeno due candidati consigliere di San Benedetto (con la legge attuale i candidati sono 6).

Vi aspetto quindi sabato 22 alle ore 15, dove potrete vedere anche la mia faccia, che non è un granchè, lo so, ma so anche che in questa avventura ce la metto tutta.

grazie per avermi letto.

Arrivederci a sabato.
luigi toledo
candidato alle primarie del centro sinistra per l'elezione a Sindaco di Portico e San Benedetto


 
 

Risposta alla Sig.ra Serena Bambi dal sito web sanbenedettoinalpe.com,
giovedi 20 febbraio 2014, 09.30

Grazie mille per il suo commento, pubblicato qui sopra. Sono d'accordo che in una democrazia rappresentativa, o una democrazia diretta, il concetto più importante sia trasmesso dalla parola "democrazia". Quando è "rappresentativa" l'onere ricade e su entrambi i cittadini e i loro rappresentanti per garantire che tutte le voci siano ascoltate, ugualmente, da tutte le singole località geografiche in merito ai loro interessi e, soprattutto, che tutte le domande trovino risposta direttamente.

Come si può vedere in questa pagina, l'amministrazione uscente lascia al prossimo sindaco alcune interessanti domande non risposte. Il silenzio che San Benedetto in Alpe ha sentito da parte dell'amministrazione uscente è la nostra attuale esperienza di democrazia e sono quindi grato per l'opportunità di pubblicare il suo pensiero.

Sanbenedettoinalpe.com, ormai al suo quarto anno di pubblicazione, ha sempre riportato oggettivamente e senza prendere posizione le notizie come si sono verificate, ed è desideroso di riferire tutte le notizie in questo periodo elettorale.

Come indicato nella riga sotto il menu principale di questo sito, "Questo sito è pubblicato da un privato cittadino come servizio per la collettività e non è collegato all'Amministrazione Comunale o altre pubblicazioni". Io sono quel "privato cittadino" e offro questo sito come lavoro volontario per i nostri concittadini. Lei conosce "la mia faccia" (come lei stessa ha detto), io sono Dimitris Sivyllis, e sono anch'io lieto di conoscere il suo viso: noi ci conosciamo, personalmente, da quando ho scelto di fare di San Benedetto in Alpe la mia casa, sei anni fa.

Grazie ancora e buon successo per il suo impegno, verso la gente di San Benedetto in Alpe, Bocconi e Portico di Romagna.

Dimitris Sivyllis
sanbenedettoinalpe.com

Cliccate qui per Dite la vostra...

 


Ecco alcuni pensieri casuali...

  • Qual è lo stato dell’Ostello?
  • Qual è lo stato dell'acquisto di terreni da parte di Sadurano e quali sono i loro piani?
  • Qual è lo stato di internet veloce per San Benedetto in Alpe?
  • Qual è lo stato della scuola per i nostri figli?
  • Qual è lo stato del trasporto pubblico da e per il paese?
  • Quali sono i piani per l'ufficio postale del paese?
  • Quali sono i piani per la manutenzione dell’Abbazia?

Qualcuno lo sa?
C'è un modo per scoprirlo?
Il destino dell'Ostello, lo stato dell'acquisto da parte di Sadurano, i loro futuri piani sotto l'Abbazia, il tentativo di portare internet veloce a San Benedetto in Alpe e Bocconi, lo stato dell'Abbazia, lo stato delle Poste, sono solo alcune delle questioni che rimangono oscurate nel silenzio, irrisolte da parte dell'amministrazione uscente nonostante le promesse e gli sforzi protrattisi in cinque o più anni.

sanbenedettoinalpe.com



Cliccate qui per Dite la vostra...



I seguenti numeri sono stati trovati in siti governativi.


  Località
Popolazione Percentuale  
     
  Portico di Romagna 366 53.5%  
  Bocconi 127 18.6%  
  San Benedetto in Alpe 191 27.9%  
     
  Comune di
  Portico e San Benedetto
684  
     

  Elezioni 2004   2009   2004
2009
  voti Percent. voti Percent. Variaz.  
           
  Centro-sinistra 415 69.7% 395 74.1% +6.3%  
  Centro-destra 125 21.0% 93 17.4% -25.6%  
  Toscana GD 19 3.2% 17 3.2% -10.0%  
  Bianche 36 6.1% 28 5.3% -22.2%  
  Astensione   18,7%   23,9% +5.2%  
           
  Totale 595   533   -10.4%  
           

Sulla base della differenza di voti espressi nel 2004 e nel 2009, dove nel 2009 ci sono stati 62 voti in meno espressi (10% in meno) rispetto al 2004, può essere ragionevole aspettarsi che quest'anno vedremo tra i 500 ei 540 voti espressi.

Le ultime due elezioni indicano l’ipotetica supposizione che i partiti possono aspettarsi percentuali dell'ordine di:

Centro-sinistra 65% to 75%
Centro-destra 16% to 27%
Toscana GD 3%
Bianche 5% to 6%

Ciò significa che è possibile per il Centro-Sinistra aspettarsi circa 325-405 utili su un totale di circa 500-540 voti espressi.

Il nostro comune di tre paesi è governato da Portico, il maggiore dei tre villaggi, e, per tradizione, San Benedetto in Alpe e Bocconi, anche se contati insieme, non hanno abbastanza voce in municipio per ottenere una qualsiasi maggioranza nelle decisioni giornaliere.


Si parla ora della possibilità di un’ elezione primaria nel nostro Comune per il Centro-Sinistra per decidere su un candidato sindaco. Stranamente, il candidato sindaco può essere deciso, per una volta, non dalla sola Portico, ma da Bocconi e San Benedetto in Alpe, invece.

Ad esempio sulla base delle popolazioni dei tre paesi, possiamo fare questa ipotesi:


  Primarie del Centro-sinistra
Candidato 1 Candidato 2  
     
  Portico di Romagna 33% 67%  
  Bocconi 74% 26%  
  San Benedetto in Alpe 73% 27%  
     
  Percent. dei voti
  totali per vincere
52% 48%  
     

Se un canditato ottiene solo il 33% (un terzo) del voto di Portico, ma circa il 73% sia da Bocconi e sia da San Benedetto in Alpe, quel candidato effettivamente vince le primarie.

Per una volta, sembra che Bocconi e San Benedetto possano avere voce in capitolo per il loro futuro.


Cari candidati,

  • Avete in programma di indire discussioni consultive, o anche referendum in ogni frazione in questione, prima che l'Amministrazione adotti importanti iniziative?

  • Avete in programma di svolgere periodicamente assemblee nelle tre frazioni per informare su cosa sta facendo l'Amministrazione?

  • Avete in programma di svolgere una parte delle sedute della Giunta e del Consiglio comunale a San Benedetto?

  • Cosa farete per la valorizzazione e la promozione turistica di San Benedetto e, in particolare, dell'Abbazia?

  • Avete in programma iniziative concrete per favorire la balneazione nel torrente Acquacheta mediante il taglio degli alberi sulla sua riva sinistra?

  • Intendete manifestare la decisa opposizione dell'Amministrazione qualora si ripresenti l'ipotesi di installare pale eoliche nell'area della Cascata dell'Acquacheta o vengano progettate altre iniziative comunque suscettibili di manomettere l'integrità del sito?

  • Internet veloce per Bocconi e per San Benedetto in Alpe?

  • Ostello?

  • Sadurano?

  • Scuola?

  • Transporto Publico?

  • Ufficio postale?

  • Quante ore alla settimana, o, almeno, ogni mese, pensate di trascorrere a San Benedetto a disposizione dei cittadini?

Inoltre, non dimentichiamo:        

  • Il 70° anniversario del sacrificio di Iris Versari, nata nel podere Pecorile, in Poggio (18.8.1944).

  • Visto che fra sette anni ricorrerà il 700° anniversario della morte di Dante, ritenete opportuno, nella seconda parte del vostro mandato, iniziare a prendere i necessari contatti e progettare 'grandi iniziative' con risonanza nazionale sul tema "la cascata dantesca" da svolgere a San Benedetto?

    È scritto nel libro "Storia della Letteratura Italiana" degli autori Salinari e Ricci che Dante Alighieri fosse a San Godenzo l' 8 Giugno 1302 ed a Forlì nel corso dell'anno 1303. Si crede pertanto che abbia trascorso l'inverno del 1302-1303 nella zona intorno a San Benedetto in Alpe, parere questo supportato dalle sue descrizioni e denominazione delle località nella Divina Commedia, Canto XVI, 94-105

sanbenedettoinalpe.com




Dite la vostra


Dite la vostra


  • indirizzo email / your email address:


  • nome / your name:


  • per piacere inserite "la vostra" qui sotto
    please enter any comments below:


  • digitate le seguenti lettere nella casella sottostante:
    Please type the following letters into the box below: 





Invitiamo tutti a contribuire con
le storie del nostro Consiglio Comunale
web traffic analysis