© 2017 sanbenedettoinalpe.com.               Questo sito è pubblicato da un cittadino come servizio per la collettività.
Dove Siamo: cliccate qui

Nel 2005 al Comune di
Portico e San Benedetto
è stata attribuita dal
Touring Club d' Italia
la Bandiera Arancione,
marchio di qualità
turistico - ambientale.



Cascata dell'Acquacheta


Sulla strada statale 67

Firenze
Forli
Bologna
Ancona
Milano
Roma
63 km
45 km
120 km
212 km
320 km
340 km
1 ora 45'
50'
1 ora 50'
2 ore 30'
3 ore 45'
4 ore 10'

Dove Siamo: clicca qui





Sindaco Betti e internet veloce:
Il palleggio delle responsibilità, Il gioco del silenzio



Giugno 28, 2012


La patata bollente


Giovedì 28 giugno 2012, il Resto del Carlino ha pubblicato una risposta del Direttore Generale della Società LEPIDA SPA, in cui il Direttore Gianluca Mazzini nega categoricamente che LEPIDA SPA abbia colpa per il ritardo nel portare internet veloce a San Benedetto in Alpe. Il Dir. Mazzini spiega che Lepida è ancora in attesa che il Comune di Portico e San Benedetto e l'Unione montana Acquacheta finalizzino e forniscano il finanziamento e il rilascio dei relativi permessi.

Il Dir. Mazzini stava rispondendo ad una accusa diretta contro di lui dal Sindaco Betti, il quale - in un articolo scritto dal dott. Quinto Cappelli e pubblicato su Il Resto del Carlino sabato 23 giugno 2012 - è stato citato per aver detto "Il ritardo è della società regionale Lepida, incaricata di appaltare il Progetto, e del suo Direttore Tecnico, Gianluca Mazzini".

Nell'articolo di giovedì 28 giugno, allorché il Dir. Mazzini ha negato l'accusa e ha spiegato che il Comune di Portico e San Benedetto non ha ancora rilasciato il finanziamento e i permessi, il Sindaco Betti è nuovamente stato citato dal dott. Cappelli per aver risposto: "Subito chiederò all'architetto Francesco Zucchini, responsabile della Ufficio Edilizia e Urbanistica dell'Unione montana Acquacheta di Rocca San Casciano-(…) di firmare i permessi necessari alla Realizzazione del Progetto ".

Estendiamo i nostri ringraziamenti al Dir. Mazzini per il tempo impiegato a spiegare il procedimento al nostro Comune e per aver ricordato al Sindaco ing. Betti ciò che il nostro Comune non ha fatto fino ad oggi. Un fatto riconosciuto dal nostro Sindaco, quando ha risposto che lo farà: "Subito chiederò all'architetto Francesco Zucchini". Questo sito è lieto che ogni tipo di disinformazione esistente all'interno del nostro Comune sia ora risolto.


Tre anni fa, l'ing. Mirko Betti ha promesso internet veloce per la nostra comunità per il suo secondo mandato.

Nel menu a sinistra potete trovare i collegamenti ad articoli su incontri pubblici organizzati dal nostro Comune nel mese di febbraio e marzo 2011, nonché collegamenti ad altri articoli pubblicati.

Un anno fa, nel giugno 2011, il Sindaco Betti ha annunciato che Lepida aveva consegnato il progetto e che sarebbe stato realizzato prima di Natale 2011.

10 novembre, 2011, il Sindaco Betti è stato citato dal dott. Quinto Capelli ne "il Resto del Carlino" per aver detto che "il progetto è stato redatto da Lepida su un preliminare del dirigente informatico provinciale Sandro Mazzotti (...). Entro l'anno Lepida dovrebbe appaltare i lavori da realizzare entro i primi mesi del 2012". Ma questo non è mai accaduto e il dott. Sandro Mazzotti non è mai stato incaricato di questo progetto.

9 gennaio, 2012, il Sindaco Betti ha fornito al nostro sito i documenti attestanti la disponibilità dei fondi per il progetto (ma non che fossero stati richiesti o rilasciati).

23 e 28 giugno 2012, il Sindaco Betti accusa il Direttore di Lepida, Mazzini, per il ritardo e questo risponde spiegando che Lepida è pronta da diversi mesi, ma il Comune di Portico e San Benedetto non ha ancora i permessi.


Sono passati tre anni dalla promessa pre-elettorale del Sindaco Betti di avere internet veloce. Trentasei mesi. Ci chiediamo quanto tempo sarà effettivamente necessario per organizzare e realizzare un progetto semplice come erigere tre torri per il wireless.

Per quanti anni ancora San Benedetto in Alpe sarà costretto a rimanere, uno dei pochi posti nel mondo occidentale, senza il necessario strumento economico, educativo e sociale di internet veloce?

Ciò che è interessante è che, in giugno 2012, un anno dopo che Lepida ha completato e consegnato i piani di progetto, il Sindaco Betti sia stato citato dalla stampa per aver detto che il ritardo è dovuto a Lepida, e specificamente al Dir. Mazzini, e - quando il Dir. Mazzini ha spiegato alla stampa le ragioni per cui il ritardo sia dovuto al nostro Comune - il nostro Sindaco ha risposto che chiamerà immediatamente l'architetto Zucchini per quanto riguarda i permessi. Non doveva già sapere il nostro Sindaco, sebbene fosse suo interesse seguire l'evoluzione del progetto, cosa fosse necessario fare, senza che il Dir. Mazzini glielo dovesse spiegare?


Sottostanti sono riportate le copie dei due recenti articoli pubblicati ne: Il Resto del Carlino.
 
 
 

Febbraio 23, 2012


Chi è responsabile?


Il 10 novembre 2011 il Dott. Quinto Capelli ne "Il Resto del Carlino" riportava che internet veloce sarebbe arrivata a San Benedetto in Alpe nei primi mesi del 2012 e che il lavoro era in corso sotto la supervisione del Dr. Sandro Mazzotti.

Il 21 dicembre 2011 SanBenedettoInAlpe.com ha riferito di un imprecisione in questo articolo.

Il 9 gennaio 2012 il Sindaco Betti ci ha fornito i documenti attestanti che i soldi per il progetto esistono. Cosa di cui eravamo a conoscenza e di cui non richiedevamo prova. Lo stesso giorno abbiamo riportato qui di seguito che l'esistenza dei fondi non fosse mai stata in questione e che la domanda che esige ancora una risposta è sapere ciò che sia stato fatto per la realizzazione effettiva del progetto.

Al 23 febbraio 2012 non vi è ancora risposta dal nostro Comune.

Abbiamo il diritto di richiedere prova di:

- A che punto siamo del progetto?

- Chi è la persona responsabile della realizzazione del progetto?

- Chi è la persona responsabile dell'inattività relativa al progetto?

- Chi è la persona con l'obbligo di monitorare il progetto?

Potrebbe essere il momento per la gente di San Benedetto in Alpe di porre fine al loro silenzio.




Gennaio 9, 2012


Sempre niente internet veloce


San Benedetto in Alpe.com desidera ringraziare il nostro sindaco, Ingr. Mirko Betti, per averci fornito il documento dimostrante che esistono i fondi per il progetto di portare internet veloce ai nostri paesi.

Tuttavia, questo fatto non è mai stato in dubbio.

La domanda che abbiamo posto qui non è se i fondi esistano, ma quando il progetto avrà inizio e fine.

Lo chiediamo perché il Resto del Carlino ha riferito il 10 novembre che "Entro l'anno (inteso come 2011) Lepida dovrebbe appaltare i lavori da realizzare nei primi mesi del 2012", articolo che si può trovare cliccando questo link.

La nostra domanda è stata quella di chiedere, rispettosamente, un chiarimento sulla discrepanza tra l'articolo e le informazioni che abbiamo invece ricevuto, e per confermare che internet veloce arriverà nei nostri paesi nei primi mesi del 2012, come riferio nell'articolo che citava quanto detto dal Sindaco.




Dicembre 21, 2011


Una sorpresa per Natale: niente internet veloce


Il 10 novembre Il Resto di Carlino ha annunciato che il progetto di internet veloce wireless per San Benedetto in Alpe era stato intrapreso dall'Amministrazione Provinciale e che la connessione veloce a internet potrebbe finalmente arrivare alle nostre aziende e case nel primo semestre del 2012, articolo che si può trovare cliccando questo link. L'articolo riportava il nome di una persona che si credeva fosse responsabile della realizzazione del progetto.

Oggi, 21 dicembre, questo sito ha appreso che l'articolo de Il Resto di Carlino conteneva alcune inesattezze. Siamo sicuri che queste inesattezze non fossero intenzionali da parte de Il Resto de Carlino, e che il giornale ha riportato la notizia come comunicata dal nostro Comune.

Siamo tristi, ma non sorpresi, di informare i nostri lettori che, di fatto, ad oggi non vi è apparentemente ancora nessun progetto attivato dall'Amministrazione Provinciale, e nessun lavoro è stato intrapreso, o è previsto, per portare internet veloce wireless a noi, nel comune di Portico e San Benedetto.

A questo punto il Signor Sindaco, Ing. Mirko Betti, ha il dovere di informare i cittadini, per iscritto, dello stato esatto dei tentativi di portare a Portico, Bocconi e San Benedetto in Alpe la quantomai necessaria risorsa, rappresentata da internet veloce, per le nostre imprese.

Per informazioni riguardanti le imprecisioni in questo articolo de Il Resto di Carlino, gli interessati possono inviare una email a info@SanBenedettoInAlpe.com.




Dov'è il nostro sindaco?



Novembre 12, 2011


Dèja vue


Il Resto del Carlino, il 10 novembre 2011, ha pubblicato un articolo che si può trovare cliccando questo link.

L'articolo riporta "il Sindaco di Portico, Mirko Betti, che da anni conduce la battaglia insieme alla popolazione", ripetendo tutte le informazioni che aveva già annunciato il 30 marzo 2011.

Sette mesi dopo, la sola differenza è la precisazione che il progetto, presentato da Lepida cinque mesi fa, è stato ora adottato per l'attuazione da parte della Provincia di Forlì - Cesena

Con il coinvolgimento di altre Amministrazioni ci auguriamo che questa volta potremmo realmente vedere i risultati.




Novembre 1, 2011


Dov'è il nostro sindaco?


Dal 1 novembre non abbiamo ancora avuto risposta dal nostro sindaco alla richiesta espressa di seguito:




Ottobre 4, 2011

Questo sito, SanBenedettoInAlpe.com, nell'interesse della popolazione di San Benedetto in Alpe vorrebbe gentilmente richiedere al nostro Sindaco, Ing. Mirko Betti, una risposta diretta ad una semplice domanda:

Lepida ha presentato al nostro Consiglio Comunale un progetto completo per la realizzazione di internet veloce senza fili per il nostro paese. Quali iniziative ha preso la nostra amministrazione comunale dopo che il progetto è stato consegnato da Lepida?

Chiediamo rispettosamente di avere la Sua risposta per iscritto, come riscontro al gruppo di cittadini che hanno scritto e firmato la lettera aperta consegnata a Lei il 26 febbraio 2011.

Grazie in anticipo per l'attenzione da Lei posta a questa domanda, e per la Sua risposta,

Cordiali saluti,
SanBenedettoInAlpe.com
4 ottobre 2011